Metamorfosi dell'essere

Per vivere abbiamo bisogno di ossigeno in quanto indispensabile per molti processi metabolici importanti. I Mitocondri, cioè gli organi che producono energia nella cellula, per esempio, necessitano di ossigeno per trasformare il combustibile (ricavato dall’alimentazione) in energia, e i globuli bianchi usano l’ossigeno per distruggere i microbi. L’ossigeno tuttavia è talmente reattivo che crea radicali liberi i quali, se non vengono adeguatamente controllati, producono notevoli danni ai sistemi enzimatici, alle membrane cellulari e al DNA.

All’attacco da parte dei radicali liberi e al danno ossidativo in generale sono associate oltre 100 patologie degenerative. Ischemia (mancanza di afflusso sanguigno), riperfusione (ripristino dell’afflusso sanguigno dopo l’ischemia), ustioni, traumi, freddo, eccessivo sforzo fisico, tossine, infiammazioni, radiazioni e infezioni sono fenomeni che comportano il rilascio di radicali liberi, pur non essendo a volte il fattore scatenante. A volte i radicali liberi sono solo una conseguenza della lesione tessutale, ma quando un evento qualsiasi genera radicali liberi, se non si pone rimedio immediatamente, si innesca un effetto a cascata che ne produce quantità sempre maggiori e incontrollabili, finchè non intervengono le difese antiossidative. Chiameremo e comprenderemo nella definizione di radicali liberi anche altri agenti fortemente ossidativi quali il perossido di idrogeno, il perossido lipidicoo, l’ipoclorito, le clorammine. Tra i bersagli dei radicali liberi ci sono gli acidi grassi delle membrane, le lipoproteine del siero, le proteine e persino il DNA, che vengono traformati in perossidi lipidici (grassi ossidati che intervengono nelle malattie cardiovascolari), carbonili proteici (proteine ossidate cancerogene) o purine alterate(componenti del DNA). Le conseguenze sono spesso subdole, per esempio i danni alle proteine dei recettori della membrana  cellulare, che influiscono sui meccanismi di regolazione cellulare in modo tale che gli enzimi necessari per la sintesi dell’ATP(Struttura dell’adenosina trifosfato) vengono disattivati, riducendo la quantità di energia disponibile.
Quindi possiamo affermare che i radicali liberi provengono o sono innescati sia da fattori esterni, quali radiazioni e inquinamento, che da normali processi metabolici e difensivi dell’organismo. Nel complesso dobbiamo tenere presente che la quantità di radicali liberi che si forma è davvero sorprendentemente elevata!
Una delle fonti principali di ossidanti è l’infiammazione, soprattutto durante una malattia cronica, di conseguenza infezione, immunocomplessi, tossine batteriche, esposizione a sostanze tossiche, ischemia e traumi sono tutti fenomeni che attivano i fagociti, ovvero le cellule del sistema immunitario che accerchiano e distruggono cellule e sostanze indesiderate. Questo processo dà luogo alla produzione ed al rilascio di radicali liberi a livello locale, altamente reattivi, che distruggono i tessuti danneggiati, i virus, i batteri e le sostanze tossiche. Ma se molte tossine possono essere neutralizzate in questo modo, altre purtroppo si trasformano in sostanze ancora più reattive e l’infiammazione attiva anche la cascata dell’acido arachidonico, che produce luecotrieni, prostaglandine infiammatorie, le quali a loro volta contribuiscono ad aumentare il carico di radicali liberi. La produzione incessante di radicali liberi da parte dei fagociti attivati durante l’infiammazione cronica (anche se lieve e latente come un’intolleranza alimentare che molto spesso è il primo e più importante segnale) a lungo andare esaurisce le difese antiossidanti, permettendo ai radicali liberi di danneggiare le cellule. Ecco, con il termine “STRESS OSSIDATIVO” indichiamo un aumento del rapporto tra sostanze pro-ossidanti e antiossidanti. Il sovraccarico ossidativo è dovuto ad una produzione eccessiva di radicali liberi o all’insufficienza delle difese antiossidanti. Lo stress ossidativo provoca danni tessutali cronici ed un progressivo deterioramento dei processi metabolici.

La vera battaglia che possiamo combattere si basa principalmente sulla prevenzione e sul ripristino delle funzioni metaboliche attraverso una corretta alimentazione che tenga conto di tutti gli elementi nutrizionali necessari per contrastare questo “invecchiamento” cellulare cronicizzante. E’ sorprendente osservare la volontà che molte persone hanno di limitarsi ad accettare questo invecchiamento precoce come una cosa “inevitabile”, e come la stragrande maggioranza si aspetti di trovare il miracolo nei flaconi di farmaci o di vitamine. Si può combattere sempre questa battaglia, e l’estetista professionale ha strumenti e mezzi per aiutarvi, ma tutto dipende sempre solo ed esclusivamente dalla volontà degli individui di adottare uno stile di vita salutare.
Se analizziamo lo stile di vita alimentare, e non solo, delle persone, potremmo stilare una lista delle concause che portano a questo stress ossidativo:

  1. Mangiamo alimenti carenti di minerali, tutti i minerali, in particolare lo Zinco, dal momento che la coltivazione è prevalentemente chimica, ed anche la normativa BIO prevede minimi livelli accettabili di inquinanti.
  2. La scarsa assunzione di Zinco causa Ipocloridria, già latente soprattutto nei GsA a causa del loro innato valore basso di Acido Cloridrico, portando a carenze nutrizionali per una cattiva digestione, in particolare delle proteine sia vegetali che animali ed a una scorretta gestione degli amidi.
  3. Ecco l’insorgenza di allergie o intolleranze alimentari, poiché si finisce col mangiare sempre gli stessi alimenti, anche più volte al giorno, in quanto si ritiene siano gli unici a non scatenare problematiche digestive.
  4. Non solamente consumiamo sempre gli stessi alimenti ma questi sono altresì molto spesso altamente raffinati: ciò comporta la perdita di importanti nutrienti, un alto tasso di grassi saturi e amidi, come lo zucchero, e un basso tasso di importanti elementi non nutritivi come la fibra con ulteriori disfunzioni del metabolismo. Inoltre moltissimi si lanciano nella ricerca di nutrienti miracolosi che dovrebbero apportare beneficio, tipo gli isoflavonoidi della Soia, ma che nel tempo, non essendo correttamente controbilanciati, aumentano le lectine tossiche in accumulo scatenando reazioni di ogni tipo
  5. Ora che le difese dell’organismo sono state indebolite dobbiamo fare i conti con le costanti esposizioni ai vari veleni usuali: fumo, alcol, smog, additivi alimentari onnipresenti, batteri patogeni etc.
  6. A questo punto cominciamo a stare veramente male e la pelle comincerà ad emettere segnali, che spesso non teniamo nella dovuta considerazione o che peggio viene inglobata sotto pseudoscientifici termini generici, in quanto gli organi emuntori sono saturi di tossine e non sanno più dove scaricarle

I principali antiossidanti che dobbiamo inserire nella nostra alimentazione sono principalmente:

    • Vitamina C ( da Acerola se estratta) da tutti gli alimenti possibili. Iniziare la giornata bevendo acqua e limone è un toccasana metabolico fondamentale.
    • Vitamina E e Selenio sono fondamentali per prevenire i danni apportati dai radicali liberi alle membrane cellulari.
    • Caroteni, sono il gruppo di pigmenti vegetali più diffuso in natura, precursori della vitamina A hanno un’ elevatissima capacità di bloccare il radicale libero a molecola singola di ossigeno
    • Zinco, Cisteina, Metionina, Omega 3-6-9- Q, acidi grassi a catena corta, fibre, proteine nobili del pesce, acido linoleico dei semi di Lino e in generale tutti i mucillaginosi….. Tutti alleati per la prevenzione, cura e guarigione delle vostre problematiche della pelle e non solo, insomma, dovremmo guardare con più attenzione alle abitudini alimentare dei Giapponesi delle aree costiere….

Il centro Estetico Crisalide è da tempo convinto dell’immensa potenza ìnsita nell’alimentazione. Che la prevenzione e la consapevolezza che i nutrienti corretti ed individualizzati, non standardizzati per chiunque, siano la base per contrastare lo stress ossidativo, e quindi del precoce invecchiamento cellulare, è a vostra completa disposizione per assistervi anche in questo percorso di riappropriazione della nostra salute, che parte dalla vostra volontà di ripristinare o mantenere, uno stato ottimale di bellezza sia interiore che esteriore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: