Metamorfosi dell'essere

Archivio per settembre, 2015

Radicali Liberi “Lo stress Ossidativo”

Per vivere abbiamo bisogno di ossigeno in quanto indispensabile per molti processi metabolici importanti. I Mitocondri, cioè gli organi che producono energia nella cellula, per esempio, necessitano di ossigeno per trasformare il combustibile (ricavato dall’alimentazione) in energia, e i globuli bianchi usano l’ossigeno per distruggere i microbi. L’ossigeno tuttavia è talmente reattivo che crea radicali liberi i quali, se non vengono adeguatamente controllati, producono notevoli danni ai sistemi enzimatici, alle membrane cellulari e al DNA.

All’attacco da parte dei radicali liberi e al danno ossidativo in generale sono associate oltre 100 patologie degenerative. Ischemia (mancanza di afflusso sanguigno), riperfusione (ripristino dell’afflusso sanguigno dopo l’ischemia), ustioni, traumi, freddo, eccessivo sforzo fisico, tossine, infiammazioni, radiazioni e infezioni sono fenomeni che comportano il rilascio di radicali liberi, pur non essendo a volte il fattore scatenante. A volte i radicali liberi sono solo una conseguenza della lesione tessutale, ma quando un evento qualsiasi genera radicali liberi, se non si pone rimedio immediatamente, si innesca un effetto a cascata che ne produce quantità sempre maggiori e incontrollabili, finchè non intervengono le difese antiossidative. Chiameremo e comprenderemo nella definizione di radicali liberi anche altri agenti fortemente ossidativi quali il perossido di idrogeno, il perossido lipidicoo, l’ipoclorito, le clorammine. Tra i bersagli dei radicali liberi ci sono gli acidi grassi delle membrane, le lipoproteine del siero, le proteine e persino il DNA, che vengono traformati in perossidi lipidici (grassi ossidati che intervengono nelle malattie cardiovascolari), carbonili proteici (proteine ossidate cancerogene) o purine alterate(componenti del DNA). Le conseguenze sono spesso subdole, per esempio i danni alle proteine dei recettori della membrana  cellulare, che influiscono sui meccanismi di regolazione cellulare in modo tale che gli enzimi necessari per la sintesi dell’ATP(Struttura dell’adenosina trifosfato) vengono disattivati, riducendo la quantità di energia disponibile.
Quindi possiamo affermare che i radicali liberi provengono o sono innescati sia da fattori esterni, quali radiazioni e inquinamento, che da normali processi metabolici e difensivi dell’organismo. Nel complesso dobbiamo tenere presente che la quantità di radicali liberi che si forma è davvero sorprendentemente elevata!
Una delle fonti principali di ossidanti è l’infiammazione, soprattutto durante una malattia cronica, di conseguenza infezione, immunocomplessi, tossine batteriche, esposizione a sostanze tossiche, ischemia e traumi sono tutti fenomeni che attivano i fagociti, ovvero le cellule del sistema immunitario che accerchiano e distruggono cellule e sostanze indesiderate. Questo processo dà luogo alla produzione ed al rilascio di radicali liberi a livello locale, altamente reattivi, che distruggono i tessuti danneggiati, i virus, i batteri e le sostanze tossiche. Ma se molte tossine possono essere neutralizzate in questo modo, altre purtroppo si trasformano in sostanze ancora più reattive e l’infiammazione attiva anche la cascata dell’acido arachidonico, che produce luecotrieni, prostaglandine infiammatorie, le quali a loro volta contribuiscono ad aumentare il carico di radicali liberi. La produzione incessante di radicali liberi da parte dei fagociti attivati durante l’infiammazione cronica (anche se lieve e latente come un’intolleranza alimentare che molto spesso è il primo e più importante segnale) a lungo andare esaurisce le difese antiossidanti, permettendo ai radicali liberi di danneggiare le cellule. Ecco, con il termine “STRESS OSSIDATIVO” indichiamo un aumento del rapporto tra sostanze pro-ossidanti e antiossidanti. Il sovraccarico ossidativo è dovuto ad una produzione eccessiva di radicali liberi o all’insufficienza delle difese antiossidanti. Lo stress ossidativo provoca danni tessutali cronici ed un progressivo deterioramento dei processi metabolici.

La vera battaglia che possiamo combattere si basa principalmente sulla prevenzione e sul ripristino delle funzioni metaboliche attraverso una corretta alimentazione che tenga conto di tutti gli elementi nutrizionali necessari per contrastare questo “invecchiamento” cellulare cronicizzante. E’ sorprendente osservare la volontà che molte persone hanno di limitarsi ad accettare questo invecchiamento precoce come una cosa “inevitabile”, e come la stragrande maggioranza si aspetti di trovare il miracolo nei flaconi di farmaci o di vitamine. Si può combattere sempre questa battaglia, e l’estetista professionale ha strumenti e mezzi per aiutarvi, ma tutto dipende sempre solo ed esclusivamente dalla volontà degli individui di adottare uno stile di vita salutare.
Se analizziamo lo stile di vita alimentare, e non solo, delle persone, potremmo stilare una lista delle concause che portano a questo stress ossidativo:

  1. Mangiamo alimenti carenti di minerali, tutti i minerali, in particolare lo Zinco, dal momento che la coltivazione è prevalentemente chimica, ed anche la normativa BIO prevede minimi livelli accettabili di inquinanti.
  2. La scarsa assunzione di Zinco causa Ipocloridria, già latente soprattutto nei GsA a causa del loro innato valore basso di Acido Cloridrico, portando a carenze nutrizionali per una cattiva digestione, in particolare delle proteine sia vegetali che animali ed a una scorretta gestione degli amidi.
  3. Ecco l’insorgenza di allergie o intolleranze alimentari, poiché si finisce col mangiare sempre gli stessi alimenti, anche più volte al giorno, in quanto si ritiene siano gli unici a non scatenare problematiche digestive.
  4. Non solamente consumiamo sempre gli stessi alimenti ma questi sono altresì molto spesso altamente raffinati: ciò comporta la perdita di importanti nutrienti, un alto tasso di grassi saturi e amidi, come lo zucchero, e un basso tasso di importanti elementi non nutritivi come la fibra con ulteriori disfunzioni del metabolismo. Inoltre moltissimi si lanciano nella ricerca di nutrienti miracolosi che dovrebbero apportare beneficio, tipo gli isoflavonoidi della Soia, ma che nel tempo, non essendo correttamente controbilanciati, aumentano le lectine tossiche in accumulo scatenando reazioni di ogni tipo
  5. Ora che le difese dell’organismo sono state indebolite dobbiamo fare i conti con le costanti esposizioni ai vari veleni usuali: fumo, alcol, smog, additivi alimentari onnipresenti, batteri patogeni etc.
  6. A questo punto cominciamo a stare veramente male e la pelle comincerà ad emettere segnali, che spesso non teniamo nella dovuta considerazione o che peggio viene inglobata sotto pseudoscientifici termini generici, in quanto gli organi emuntori sono saturi di tossine e non sanno più dove scaricarle

I principali antiossidanti che dobbiamo inserire nella nostra alimentazione sono principalmente:

    • Vitamina C ( da Acerola se estratta) da tutti gli alimenti possibili. Iniziare la giornata bevendo acqua e limone è un toccasana metabolico fondamentale.
    • Vitamina E e Selenio sono fondamentali per prevenire i danni apportati dai radicali liberi alle membrane cellulari.
    • Caroteni, sono il gruppo di pigmenti vegetali più diffuso in natura, precursori della vitamina A hanno un’ elevatissima capacità di bloccare il radicale libero a molecola singola di ossigeno
    • Zinco, Cisteina, Metionina, Omega 3-6-9- Q, acidi grassi a catena corta, fibre, proteine nobili del pesce, acido linoleico dei semi di Lino e in generale tutti i mucillaginosi….. Tutti alleati per la prevenzione, cura e guarigione delle vostre problematiche della pelle e non solo, insomma, dovremmo guardare con più attenzione alle abitudini alimentare dei Giapponesi delle aree costiere….

Il centro Estetico Crisalide è da tempo convinto dell’immensa potenza ìnsita nell’alimentazione. Che la prevenzione e la consapevolezza che i nutrienti corretti ed individualizzati, non standardizzati per chiunque, siano la base per contrastare lo stress ossidativo, e quindi del precoce invecchiamento cellulare, è a vostra completa disposizione per assistervi anche in questo percorso di riappropriazione della nostra salute, che parte dalla vostra volontà di ripristinare o mantenere, uno stato ottimale di bellezza sia interiore che esteriore.

Annunci

Pelle: Alimenti SI e NO

Da sempre, presso il Centro Estetico Crisalide, siamo consapevoli che la cura della persona, e quindi dell’Estetica con la “E” maiuscola, debba passare da un’analisi a tutto tondo dei nostri clienti, che ci permetta di trovare le tecniche corrette ed i prodotti adeguati individualizzandoli in base alle problematiche riscontrate. Per noi l’alimentazione è di fondamentale importanza in quanto la pelle è l’organo emuntore più esteso e il primo che riflette esternamente, con acne, eczema, ponfi, macchie etc. etc. la difficoltà di gestione delle tossine da parte di fegato, milza, intestino etc. etc.

Da sempre sensibilizziamo i nostri clienti verso una cura dell’alimentazione che privilegi la qualità piuttosto che la quantità, la gestione corretta dei carboidrati e delle proteine, l’eliminazione del Frumento dalle diete usuali e la ricerca di nuovi nutrienti sostitutivi, e il preferire e aumentare il consumo di verdura e frutta fresca di stagione. Abbiamo ottenuto ottimi risultati dando delle minime indicazioni nutrizionali in base alla Dieta dei Gruppi Sanguigni Americana, ed ora vi esponiamo le tabelle per gruppo:

Alimenti da evitare e benefici A

ALIMENTI GS B

ALIMENTI GS AB

Alimenti ZERO

Siamo a disposizione per ulteriori chiarimenti e per aiutarvi nella scelta di percorsi alimentari che vi permettano di essere belli sia dentro che fuori.

Avvertenze:

Il materiale e le informazioni contenute in questo sito sono destinati ad un generale utilizzo informativo e non devono essere intesi come sostitutivi di una consulenza medica, o di una diagnosi medica, o di un trattamento medico.

 

CELLULITE: Crema riducente LIPOSTOP

LIPOSTOP grazie ai componenti di Fito-Kylip®, stimola il metabolismo dei grassi, attivando i processi energetici cutanei e svolge un’azione riducente localizzata e duratura nel tempo.

LIPOSTOP CREMA
Trattamento in crema specifico contro gli inestetismi dell’adipe e cellulite.

AZIONE: L’esclusivo brevetto Fito Kylip® interviene efficacemente sugli inestetismi dell’adipe localizzato impedendone la riformazione, per un’intensa azione modellante, drenante e tonificante.
Ha una spiccata azione iperemizzante: la cute appare temporaneamente arrossata e calda, a causa dell’aumento fisiologico del microcircolo che favorisce il consumo delle riserve lipidiche.
IL RISULTATO: La riduzione della zona trattata è reale e duratura, in breve tempo la figura è ridisegnata, più sottile ed armoniosa, la pelle liscia e distesa.

LIPOSTOP GEL

Trattamento in gel a rapido assorbimento,
non unto e privo di effetto iperemizzante,
particolarmente indicato per pelli
sensibili e delicate.

AZIONE: L’esclusivo brevetto Fito Kylip®
interviene efficacemente sugli inestetismi
dell’adipe localizzato, favorendo il
metabolismo dei grassi depositati.
La sinefrina, i fitosomi di Ginkgo Biloba,
la vitamina E e i polifenoli di
Vitis Vinifera stimolano il microcircolo
e garantiscono un tessuto più sodo e compatto.
IL RISULTATO: La riduzione della zona trattata
è reale e duratura, la silhouette è subito rimodellata,
affinata, più snella e tonica.

LIPOSNELL integratore alimentare
Liposnell è un integratore alimentare
a base di estratti vegetali e
nutrienti utili per il metabolismo,
indicato per coadiuvare le diete
finalizzate alla perdita di peso.
La carnitina favorisce la produzione
di energia per la cellula, veicolando
gli acidi grassi nelle sedi deputate
alla loro utilizzazione metabolica.

Lipostop Fast Patch
Cerotto modellante ad azione mirata contro gli inestetismi da adiposità localizzata.
Grazie all’esclusivo brevetto Fitokilip® e alla Fosfatidilcolina agisce in modo costante e continuo sul grasso localizzato e ne contrasta la formazione. Discreto, garantisce il rilascio degli attivi in soli 40 minuti dall’applicazione, con un’efficacia progressiva e persistente. La formulazione esclusiva Dermophisiologique è totalmente priva di parabeni, non presenta controindicazioni e la sua azione modellante è certificata.

-3,1cm di
circonferenza coscia in 60 giorni
(valori medi)
-14%
di grasso corporeo localizzato in 60 giorni
(valori medi)
Nei test di certificazione  è dimostrata una riduzione della circonferenza della zona trattata di oltre 3 centimetri in 60 giorni, evidenziando un grado di soddisfazione del campione pari al 100%
Risultati di Provata Efficacia Certificati dall’Università
di Pavia, attraverso analisi strumentali.

Avvertenze:

Il materiale e le informazioni contenute in questo sito sono destinati ad un generale utilizzo informativo e non devono essere intesi come sostitutivi di una consulenza medica, o di una diagnosi medica, o di un trattamento medico.

TALASSOTERAPIA

Si ispira alle benefiche virtù della talassoterapia per selezionare e potenziare gli attivi del mare in grado di agire sui meccanismi, passivi e attivi, degli scambi cellulari, per un’azione di detossinazione, riossigenazione e remineralizzazione dei tessuti.

osmoderm

RAW – sale integrale
Sale grezzo integrale indicato nei processi di rigenerazione energetica dei tessuti, nei trattamenti modellanti e contro gli inestetismi della cellulite. I Sali Osmoderm grazie alle loro qualità fisiche e chimiche, in particolare all’estrema povertà in sodio e ricchezza in potassio e magnesio, stimolano gli scambi cellulari.

SLIMMING – sale integrale
Sale integrale sinergizzato con alghe laminarie e fucacee, apporta i benefici della talassoterapia per modellare la shilouette e combattere le adiposità. I Sali Osmoderm grazie alle loro qualità fisiche e chimiche, in particolare all’estrema povertà in sodio e ricchezza in potassio e magnesio, stimolano gli scambi cellulari.

REBALANCING – sale integrale
Sale integrale con Olio Essenziale di Sandalo, calmante e riequilibrante, indicato anche per le pelli più sensibili nei trattamenti di rilassamento. I Sali Osmoderm grazie alle loro qualità fisiche e chimiche, in particolare all’estrema povertà in sodio e ricchezza in potassio e magnesio, stimolano gli scambi cellulari.

CREMA BIOSALINA RIDUCENTE Night & Day formula
Crema ad azione thalassoterapica specifica per tutti gli inestetismi della cellulite con ritenzione idrica e adiposità localizzata.

AZIONE: Grazie ad una perfetta sinergia tra bio componenti dell’ambiente marino come estratti di Alghe, Sali purissimi del Mar Morto ed oligoelementi, uniti a principi attivi vegetali, riduce e definisce visibilmente la silhouette.
Contiene attivi certificati quali estratto dell’alga Rhodofiltrat Palmaria, stimolante del microcircolo e protettiva dei capillari superficiali , ed estratto della pianta marina Crithumum Maritimum dalle provate azioni di controllo sulla differenziazione notturna degli adipociti. Tale incisiva combinazione insieme a Caffeina e Tea Hydroiodide* garantisce un’ efficacia Night & Day : di giorno stimola il metabolismo cellulare, di notte contrasta l ‘ aumento del tessuto adiposo.
IL RISULTATO: Un’ emulsione leggera , dalle fresche note oceaniche, per un rapido rimodellamento della figura ed un nutrimento profondo della pelle.

• composto organico, privo di iodio libero. Non interferisce con il sistema ormonale tiroideo.

ACQUA MARINA PURE
Acqua di mare purissima, aspirata per pompaggio al largo delle coste di Bretagna, sottoposta a prefiltrazione, filtrazione e sterilizzazione ad UV, in modo da mantenere inalterata l’integrità e la purezza dei suoi principi attivi.

AZIONE: Ad azione lenitiva, remineralizzante, riequilibrante del ph cutaneo.
IL RISULTATO: Rinfresca e dona sollievo immediato alle pelli sensibili, reattive o irritate.

SENZA CONSERVANTI

Composizione Chimica dei Sali del Mar Morto Osmoderm Thalasso

schema-osmoderm

 

Avvertenze:

Il materiale e le informazioni contenute in questo sito sono destinati ad un generale utilizzo informativo e non devono essere intesi come sostitutivi di una consulenza medica, o di una diagnosi medica, o di un trattamento medico.

GOMMAGE

GOMMAGE VISO E CORPO
Esfoliante in crema, libera la pelle del viso e del corpo dalle impurità e dalle cellule devitalizzate mentre nutre e leviga la cute. Contiene microsferule al mirtillo che durante il massaggio si aprono liberando le vitamine contenute, per un’azione antiossidante, idratante ed emolliente.

IL RISULTATO: il colorito è uniforme, la pelle più luminosa, piacevolmente morbida e vellutata.

SHINING – Lozione illuminante
Vedi Lozione fisiologica illuminante, ricca di vitamine, minerali, acido lattico e oligoelementi. Nutre e protegge l’epidermide mentre elimina le impurità ed assicura una corretta traspirazione.

IL RISULTATO: la pelle è più luminosa, purificata in profondità e riequilibrata in modo fisiologico.

Avvertenze:

Il materiale e le informazioni contenute in questo sito sono destinati ad un generale utilizzo informativo e non devono essere intesi come sostitutivi di una consulenza medica, o di una diagnosi medica, o di un trattamento medico.

Epidermide: ACNE e ACNE rosacea

• Presenza di comedoni e pustole
• Pustole superficiali
• Noduli (raccolta di pus in profondità nella pelle)
• Cisti (dai noduli che non riescono a scaricare in superficie il loro contenuto)
• Pustole grandi e profonde (dai noduli che rompono i tessuti adiacenti) con conseguente formazione di cicatrici

CONSIDERAZIONI GENERALI

L’acne è la malattia della pelle più diffusa. Si manifesta perlopiù sul viso e , in misura minore, sulla schiena, sul petto e sulle spalle. Insorge tipicamente con la pubertà e si manifesta in due forme principali:
Acne vulgaris, che interessa i follicoli piliferi e le ghiandole sebacee e si manifesta con comedoni, pustole e infiammazioni (papule)
Acne generalizzata, una forma più grave con formazione di cisti profonde e successiva cicatrizzazione.
L’acne ha molte cause che richiedono un approccio terapeutico integrato allo scopo di ottenere i risultati desiderati. Inoltre, il trattamento prolungato con eventuali antibiotici ad ampio spettro spesso provoca un’eccessiva proliferazione della Candida albicans a livello intestinale; questa infezione cronica da funghi patogeni può peggiorare l’acne e deve essere curata, laddove se ne riscontri la presenza.

CAUSE
L’acne ha origine nei follicoli sebacei della pelle che sono composti da un follicolo pilifero e dalle relative ghiandole sebacee e sono connessi alla pelle per mezzo dell’infundibolo del follicolo tramite il quale passa lo stelo del pelo.
Le ghiandole sebacee secernono il sebo, un miscuglio di grassi, che lubrifica le pelle e impedisce la perdita di acqua.
L’acne è più diffusa nei maschi e insorge solitamente nell’adolescenza. Questo è dovuto al fatto che gli androgeni (ormoni sessuali maschili) come il testosterone, stimolano le cellule che rivestono gli infindiboli dei follicoli sebacei a produrre cheratine e inducono le ghiandole sebacee ad allargarsi e a secernere una maggiore quantità di sebo. Durante la pubertà si verifica un aumento di androgeni in entrambi i sessi e questo rende le ragazze altrettanto suscettibili all’acne dei coetanei maschi.
Anche se l’instaurarsi dell’acne di solito riflette un aumento degli androgeni, la gravità e il progredire dell’acne sono determinati da una complessa interazione fra questi ormoni, le cellule che producono cheratina, il sebo e i batteri.
Le lesioni iniziano nella parte superiore dell’infundibolo del follicolo con l’eccessiva formazione di cheratina (ipercheratinizzazione) da parte delle cellule di rivestimento. Ciò conduce all’ostruzione dell’infundibolo, provocandone il rigonfiamento e l’assottigliamento. Alla fine si forma un comedone. La formazione di comedoni aperti (punti neri) o chiusi (pustole) è in relazione al grado di ostruzione.
L’ostruzione dello sbocco consente ai batteri Propionibacterium acnes di liberare enzimi che demoliscono il sebo e favoriscono il processo infiammatorio. L’acne infiammatoria è caratterizzata da un’infiammazione attorno ai comedoni che puà provocare la rottura della parete follicolare e la lesione del tessuto circostante. Per ultimo si possono formare gravi cicatrici.
L’acne è considerata un’affezione dipendente dagli ormoni maschili. Questi ormoni controllano la secrezione delle ghiandole sebacee e lo sviluppo di una crescita anormale delle cellule del follicolo pilifero. Ma l’eccessiva secrezione di ormoni maschili non è necessariamente la causa, dal momento che esiste solo una scarsa correlazione fra i livelli di questi ormoni nel sangue e l agravità della malattia. Di importanza maggiore può essere il fatto che la pelle dei pazienti affetti da acne mostra una più intensa azione da parte di un enzima (5-alfa-riduttasi) che trasforma il testosterone in un derivato più attivo (diidrosterone).
Un altro aspetto dell’acne che raramente viene considerato è il ruolo svolto dalla tossiemia intestinale. Uno studio ha dimostrato che il 50% dei pazienti affetti da acne mostra un aumento della concentrazione di tossine assorbite attaverso l’intestino. Ciò è importante poiché è stato dimostrato che le tossine provocano un aumento del rapporto rame/zinco (che stimola il processo infiammatorio) e favoriscono la distruzione dei tessuti.
Lesioni simili all’acne possono verificarsi in seguito all’azione di svariati agenti:
Farmaci: steroidi, difenilidantoina e litio carbonato
Prodotti inquinanti: lubrificanti, derivati del catrame di carbone e idrocarburi clorurati
Azioni locali: uso di cosmetici e pomate con parabeni, detersione e sfregamento eccessivi della cute.

Terapia

Nutrizione

LIEVITO SECCO
Molti dermatologi hanno riscontrato che l’insulina è efficace nel trattamento dell’acne, avanzando l’ipotesi di un’alterata tolleranza al glucosio o della ridotta sensibilità della cute all’insulina. Sebbene le prove di tolleranza al glucosio orale risultino normali nei pazienti affetti da acne, ripetuti esami bioptici rivelano una notevole alterazione della tolleranza al glucosio della loro cute, coniando il termine “diabete cutaneo” per descrivere questa affezione.
Considerando i noti effetti di immunosoppressione provocati dallo ZUCCHERO e il suo ruolo nello sviluppo del diabete insulino-dipendente tipico dell’adulto, tutti gli zuccheri dovrebbero essere rigorosamente eliminati.
E’ noto che il lievito ad alto tenore di cromo migliora la tolleranza al glucosio e rafforza la sensibilità all’insulina producendo un rapido miglioramento nei pazienti con acne. Si tratta di un integratore alimentare innocuo, tranne che per coloro che sono allergici al lievito o che soffrono di gotta.

VITAMINA A
Numerosi studi hanno dimostrato che il retinolo e il deidroretinolo ( vitamine A1 e A2) nonché la vitamina A assunti per via orale, diminuiscono la secrezione di sebo e l’ipercheratosi dei follicoli sebacei. E’ stato dimostrato che il retinolo è efficace nel trattamento dell’acne, ma deve essere utilizzato a dosaggi elevati, potenzialmente tossici, e sempre sotto stretto controllo medico.

ZINCO

Questo elemento è di vitale importanza nel trattamento dell’acne. E’ implicato nell’attivazione locale degli ormoni, nella formazione delle proteine che legano la vitamina A, nella cicatrizzazione delle ferite, nell’attività del sistema immunitario, nel controllo dei processi infiamatori e nella rigenerazione dei tessuti.
L’integrazione di zinco nel trattamento dell’acne è stata oggetto di molte controversie e di numerosi studi condotti in doppio cieco. L’incoerenza dei risultati può essere dovuta alle differenze di assorbimento dei vari Sali di zinco utilizzati. Lo zinco picolinato sembrerebbe la forma che viene assorbita molto più efficacemente.
L’importanza dello zinco per una normale funzione della cute è ben nota. Bassi livelli di zinco accrescono la trasformazione del testosterone nella sua forma più attiva, mentre elevate concentrazioni di zinco inibiscono in modo significativo questa reazione.

VITAMINA E e SELENIO

I pazienti affetti da acne mostrano un tasso di glutatione perossidasi nei globuli rossi notevolmente ridotto, che si normalizza con l’integrazione di vitamina E e Selenio. L’acne, in entrambi i sessi, migliora con questo trattamento. Questo miglioramento è probabilemnte dovuto all’inibizione della formazione di perossidi lipidici e suggerisce l’uso di altri inibitori dei radicali liberi ( come la vitamina C, il betacarotene etc..)

VITAMINA B6

Le donne che presentano un peggioramento dell’acne nel periodo premestruale spesso rispondono in modo sensibile all’integrazione di vitamina B6, come riflesso del ruolo da questa svolto nel normale metabolismo degli ormoni steroidei.

ALIMENTAZIONE

Tutti i carboidrati raffinati o concentrati vanno eliminati e deve essere limitato il consumo di alimenti ricchi di grassi o di carboidrati. Gli alimenti contenenti acidi grassi trans(latte, latticini, margarine compatte, margarine fluide, e altri oli vegetali idrogenati, cioè induriti artificialmente) o acidi grassi ossidati ( oli fritti) vanno assolutamente evitati. Gli alimenti ad alto tenore di iodio sono da escludere per i soggetti sensibili a questo elemento e deve essere eliminato il consumo di tutti gli alimenti con base lattosio ( anche a causa dell’elevato contenuto di ormoni)

FITOTERAPIA

Echinacea angustifolia
Questa pianta ha una lunga tradizione popolare di impiego per arrestare i processi infiammatori, per accelerare la guarigione delle ferite, come stimolante del sistema immunitario e per le sue proprietà antibatteriche: tutti elementi utili nel trattamento dell’acne. L’Echinacea esplica anche una certa attività simile a quella del cortisone. L’Echinacina è un componente polisaccaridico dell’Echinacea e permette la cicatrizzazione delle ferite e possiede notevoli proprietà immunopotenzianti.

Idraste (hydrastis canadensis)
Questa pianta è particolarmente indicata per le sue proprietà disintossicanti e antibatteriche. La sua azione antimicrobica è dovuta in primo luogo al suo principale alcaloide, la berberina, che è efficace contro i batteri, protozoi e funghi. Stimola anche il sistema immunitario e disintossica il fegato.

DISINTOSSICAZIONE INTESTINALE

Molti fattori contribuiscono allo sviluppo di tossine nell’intestino:
• batteri tossici quali Clostridia e Yersinia
• mancanza di batteri del genere Lactobacillus
• una dieta carente di fibre (che servono anche per eliminare le tossine)
• insufficienti imunoglobuline secretorie IgA (anticorpi presenti nei tessuti intestinali)
• allergie alimentari ( che provocano una dannosa reazione infiammatoria dell’Epitelio)
• eccessiva proliferazione della Candida albicans ( che danneggia le pareti dell’intestino)

Una cura appropriata dell’intestino comporta l’eliminazione dei batteri patogeni tramite Idraste ( che uccide selettivamente i batteri patogeni, pur rispettando i batteri che sono invece necessari per l’organismo) normalizzando la flora batterica intestinale mediante le Lattobacillacee, identificando ed eliminando gli alimenti allergizzanti e aumentando l’apporto di fibra alimentare ( che oltra ad assorbire le tossine libera gli acidi grassi a catena corta che inibiscono la Candida)

DISINTOSSICAZIONE DEL FEGATO

E’ stata dimostrata l’importanza di numerosi fattori alimentari, dietetici legati all’uso di erbe medicinali per quanto riguarda la salute del fegato. I fattori lipotropi sono importanti per aiutare i processi enzimatici del fegato: gli estratti epatici favoriscono la rigenerazione del fegato, il Taraxacum officinale (tarassaco o dente di leone) migliora il flusso di bile e il Silybum marianum ( cardo mariano) protegge e disintossica il fegato. Anche la fibra alimentare è molto utile, in quanto assorbe molte delle tossine secrete dal fegato, fra cui le sostanze che servono a scindere gli ormoni.

TRATTAMENTO
• aiutare la disintossicazione dell’organismo con un livello nutrizionale e alimentare adeguato basato su alimenti integrali ed escludendo tutti i carboidrati raffinati, lo zucchero, il frumento, i cibi fritti, il latte e i suoi derivati, la margarina. Aumentare l’apporto di fibra alimentare in particolare da verdure cruda e crusca d’Avena.
• eliminare l’eccesso di sebo dalla cute
• prevenire l’ostruzione dell’orifizio di sbocco dei follicoli piliferi
• impedire la proliferazione del Propionibaterium acnes

INTEGRAZIONI ALIMENTARI e FITOTERAPICHE

• Vitamina A sotto stretto controllo medico
• Complesso vitaminico B
• Vitamina E
• Vitamina C
• Selenio
• Lievito di birra secco
• Zinco picolinato
• Echinacea
• Hydrastis
• Taraxacum
• Silybum

ULTERIORI RACCOMANDAZIONI

• Evitare medicamenti contenenti bromuri o ioduri
• Evitare oli e grassi
• Evitare l’uso di creme o cosmetici grassi
• Detergere con sapone a base di zolfo o Calendula

ACNE rosacea

• Presenza di chiazze eritematose persistenti al centro del volto con dilatazione di capillari, negli adulti di media età e più anziani
• Le prime zone colpite sono le guance e il naso
• Più comune nelle donne

CONSIDERAZIONI GENERALI

L’acne rosacea è una malattia della pelle relativamente diffusa negli adulti di età compresa fra i 30 e i 50 anni, e colpisce le donne tre volte più degli uomini. Fra le possibile concause vi sono l’abuso di alcolici, le vampate di calore della menopausa, le infezioni locali, la carenza di vitamine del gruppo B e i disturbi gastrointestinali.
La maggior parte dei casi è associata a seborrea (eccesso di sebo) di lieve o grave entità.

IPOCLORIDRIA

L’analisi gastrica dei pazienti affetti da acne rosacea porta a ritenere che questo genere di affezione sia la conseguenza dell’ipocloridria, o riduzione dell’acido cloridrico nel succo gastrico.
Fra le cause di questa insufficienza vanno certamente annotati: la cattiva alimentazione, generalmente acidificante, e fattori stressogeni come depressione e stress, concorrono alla riduzione dell’acido cloridrico. Recenti studi hanno evidenziato come questa incidenza sia maggiore tra le persone con gruppo sanguino A e AB.
Questa carenza porta ad una diminuita secrezione dell’enzima pancreatico lipasi con conseguente difficoltà digestive e maggiore possibilità di attacchi di emicrania, e di aumento dell’incidenza di intolleranze alimentari.

VITAMINA complesso B

La somministrazione di vitamina B si è rivelata utile ed efficace nella cura dell’acne rosacea, presumibilmente a causa del ruolo fondamentale svolto dalla riboflavina (b2). Si ritiene che la carenza di questa vitamina possa facilitare una infestazione di Demodex folliculorum, un acaro parassita che si rinviene nel follicolo pilifero dell’uomo, in quanto molte persone affette da questa patologia ne risultavano colpiti.

TRATTAMENTO

Il controllo dell’ipocloridria e delle intolleranze alimentari, l’integrazione di vitamine del complesso B, l’eliminazione di caffè, alcol, bevande bollenti, cibi piccanti o di qualsiasi alimento che in condizioni normali porti all’arrossamento del volto, sono le norme basilari per poter effettuare un corretto trattamento.

Avvertenze:

Il materiale e le informazioni contenute in questo sito sono destinati ad un generale utilizzo informativo e non devono essere intesi come sostitutivi di una consulenza medica, o di una diagnosi medica, o di un trattamento medico.

 

Avvertenze:

Il materiale e le informazioni contenute in questo sito sono destinati ad un generale utilizzo informativo e non devono essere intesi come sostitutivi di una consulenza medica, o di una diagnosi medica, o di un trattamento medico.

Il Tarassaco: potente alleato del fegato e dell’epidermide

TARAXACUM OFFICINALE detto anche Dente di leone, Soffione, Cicoria selvaggia. Storicamente viene utilizzato per il trattamento di febbri, problemi agli occhi, diarrea, ritenzione di liquidi, congestione epatica, bruciore di stomaco, vari problemi della pelle, ma soprattutto come tonico per il fegato e la colicisti, e potente depuratore dalle tossine rilasciate dai parassiti. Le foglie fresche possono essere aggiunte a insalate o cucinate come verdura al vapore. La radice secca può anche servire come un surrogato del caffè e i fiori possono essere utilizzati per fare il vino di tarassaco o grappe aromatizzate. Taraxacum possiede differenti attività fisiologiche a seconda di quale parte della pianta è utilizzata. La nostra radice secca migliora l’attivita disintossicante del fegato e del sangue, aiuta la digestione ed è diuretica e inoltre favorisce la sudorazione e la tonificazione. Utilizzandola in decotti o tisane andrete a lavorare sul miglioramento delle performance depurative. I gruppi B dovrebbero non abusarne utilizzandolo saltuariamente come potenziante dell’amminoacido L-Glutatione. La foglia o la pianta fresca intera, è considerata più specifica per le reni e come diuretico, in quanto aiuta il corpo a sbarazzarsi dei liquidi in eccesso. Inoltre stimola l’appetito e aiuta la digestione. Fortunatamente radice e foglie sono sicure anche in quantità molto elevate e possono essere considerati ottimi integratori alimentari che aiutano a migliorare i processi di auto-pulizia naturale del nostro corpo. Molte persone credono che il Tarassaco sia solo una pianta infestante, in realtà è ricco di vitamine A, B, C, e D, così come i minerali ferro, potassio e zinco. Tarassaco è sinergico con Holy Basil che ne aumenta le proprietà potenziando gli effetti depurativi.

  • depurativo,
  • diuretico,
  • dispepsie,
  • insufficienze epatiche,
  • iperglicemie,
  • calcoli biliari,
  • reumatismi,
  • connettiviti
  • antielmintico

 

MODALITA’ DI PREPARAZIONE :

Decotto digestivo

Lascia in infusione per una notte un cucchiaino di radice di Tarassaco in 250 ml di acqua. La mattina successiva porta tutto a ebollizione per 5 minuti. Filtra e bevineun bicchiere 30 minuti prima colazione e la rimanenza 30 minuti dopo la colazione.

Decotto drenante

In un pentolino metti un cucchiaio di radice di Tarassaco in 250 ml di acqua fredda. Incoperchia e metti su fiamma bassa fino a ebollizione. Lascia sobbollire 15 minuti sempre dolcemente. Spegni, attendi altri 15 minuti e bevilo a piccole dosi durante la giornata e lontano dai pasti.

Decotto depurativo

In un pentolino metti due cucchiai di radice di Tarassaco in 500 ml di acqua fredda. Incoperchia e metti sul fuoco a fiamma bassa portando ad ebollizione dolce. Lascia sobbollire 20 minuti sempre con il coperchio. Spegni, attendi altri 15 minuti e bevilo a piccole dosi durante la giornata e lontano dai pasti.

Avvertenze:

Il materiale e le informazioni contenute in questo sito sono destinati ad un generale utilizzo informativo e non devono essere intesi come sostitutivi di una consulenza medica, o di una diagnosi medica, o di un trattamento medico.